Recensione di Fast & Furious Hobbs and Shaw di David Leitch

Per la maggior parte del suo tempo di funzionamento, “Fast & Furious Hobbs & Shaw” di  David Leitch offre i prodotti che ci si aspetterebbe dal suo ridicolo titolo. Dopo tutto, a cosa serve veramente il pubblico? Vogliono qualche battuta tra le star Jason Statham e Dwayne Johnson? Vogliono che si picchino a vicenda un paio di volte? Un inseguimento in auto che sfida la fisica sarebbe bello?  E’ solo nel terzo finale, quando la coreografia della lotta diventa un po’ troppo incoerente e ti rendi conto che non te ne frega niente di quello che sta succedendo, e cominci a desiderare che Hobbs e Shaw hanno avuto una storia con un po’ più carne sulle ossa. Ma a quel punto probabilmente non te ne importerai.

Il lavoro di David Leitch

Con i suoi lavori su “John Wick”, “Atomic Blonde” e “Deadpool 2”, David Leitch ha dimostrato di essere abile nell’evidenziare le abilità delle star dell’azione. Ha aiutato a ritagliarsi l’assassino silenzioso di Keanu Reeves, la macchina assassina nascosta in Charlize Theron, e il supereroe wisecracking che Ryan Reynolds è nato per interpretare.

E così ha perfettamente senso dargli questo spin-off della mega-franchise “Fast & Furious”. Lavorando da una sceneggiatura di Chris Morgan e Drew Pearce, Leitch non perde tempo appoggiandosi ai punti di forza di Johnson e Statham, aprendo il film con un paio di scene di combattimento intercut che evidenziano ciò che i fan dei due amano di loro. E’ incredibilmente semplicistico avere Johnson che picchia un uomo con un ago da tatuaggio e Statham che fa il lavoro con una bottiglia di champagne, ma c’è una sorta di bellezza in quella semplicità.

I nuovi personaggi in Fast & Furious Hobbs e Shaw

E, per molto tempo, “Hobbs e Shaw” è stato all’altezza delle aspettative di base. Un po’ sorprendentemente, visto quanto sono diventati gonfiati alcuni dei film di questo franchise, Leitch e la sua compagnia lo tengono stretto in termini di carattere e trama. Ci sono in realtà solo due grandi personaggi nuovi (più alcuni cammei dai volti familiari), interpretati meravigliosamente da Idris Elba e Vanessa Kirby. La star di “The Wire” trasuda minaccia fisica come un autodefinito “Black Superman” di nome Brixton, un agente di un gruppo underground military-tech chiamato Eteon.

Sta cercando di mettere le mani su un virus che potrebbe spazzare via il mondo in pochi giorni, ma l’agente dell’MI6 Hattie Shaw (sì, è sua sorella), interpretato da Kirby, arriva per primo, e lo inietta nel proprio corpo. Questo significa che lei è un ticchettio di contagi che annichiliscono il mondo e che si spegneranno tra 72 ore. Hobbs e Shaw sono gli uomini giusti per impedire che ciò accada.

C’è un approccio quasi metronomico alla prima ora di “Hobbs and Shaw” che è assolutamente ammirevole nella sua esecuzione senza grassi. Lotta, scontro verbale, scena di inseguimento, lotta, un po’ di esposizione, insultarsi a vicenda, ecc. Come per la maggior parte dei grandi film d’azione, c’è un ritmo, e questo ritmo è messo a punto dagli attori coinvolti. Johnson e Statham sono diventati le cose più divertenti di questo franchise anni fa, e sanno come appoggiarsi perfettamente ai loro personaggi sullo schermo.

In un certo senso, si tratta di una vecchia commedia amica degli anni ’80, ma con tecnologia e sensibilità moderne. Tuttavia, Leitch e la compagnia sono abbastanza furbi da sapere che la routine tra le due centrali si stantia per due ore e così danno loro Elba e Kirby per cambiare l’energia. L’Elba corrisponde ai due protagonisti del carisma, una cosa difficile da fare, e poi Kirby se ne va quasi via con il film. C’è un pezzo interessante da scrivere su come Hobbs e Shaw si rivolgono costantemente alle donne in questo film per salvarle – tra cui Madame di Eiza Gonzalez, un cameo di Helen Mirren nei panni della madre di Shaw, e un personaggio chiave nell’atto finale che non voglio rovinare – ma c’è da ammirare quanto Leitch e Kirby abbiano rifiutato di trasformare Hattie nel personaggio della damigella in difficoltà che avrebbe potuto diventare facilmente.

Fast & Furious un film in grado solo di divertire?

Alla maggior parte delle persone non interessa. La verità è che l’estate del 2019 è stata ridicolmente magra quando si tratta di divertimento senza cervello. E c’è qualcosa da dire per aver semplicemente fatto rimbalzare quattro stelle del cinema così carismatiche come il quartetto di questo film per poco più di due ore. Come i critici hanno detto prima su progetti simili, è un film per mangiare popcorn e lasciare le preoccupazioni alla porta. Mentre il rap su Hollywood è che ora sono nel business di fare prodotti invece di film, “Hobbs and Shaw” è uno dei prodotti più divertenti e brillanti della stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *