Home / Recensioni / Film 2014 / The Amazing Spider-Man 2 – Il potere di Electro: trama, recensione e trailer
The Amazing Spider-Man 2 – Il potere di Electro: trama, recensione e trailer del film
The Amazing Spider-Man 2 – Il potere di Electro: trama, recensione e trailer del film

The Amazing Spider-Man 2 – Il potere di Electro: trama, recensione e trailer

Ritorna il ragazzo ragno con la tutina attillata: Spiderman. In questa nuova avventura dovrà affrontare due nuovi nemici ed una crisi d’identità che lo divide fra la vita da superoe e la vita da persona normale. Come riuscirà a districarsi da tutto questo?

The Amazing Spider-Man 2 – Il potere di Electro: la trama

The Amazing Spiderman 2 – Il potere di Electro inizia con un misterioso messaggio registrato dal padre di Peter ed è seguito da un agguato a bordo di un aereo che causa la scomparsa dei genitori di Peter Parker. Peter non riesce a darsi requie su questo fatto e vorrebbe scoprire qual è la verità.

Nel frattempo prosegue la sua vita combattendo il crimine, partecipando alla sua festa di laurea e vedendo la sua fidanzata Gwen. Ad un certo punto però si rende conto che il suo essere un superoe metterà a rischio la vita Gwen, che sa tutto, e decide che la loro relazione va interrotta.

In città è tornato Harry, vecchio amico di Peter, malato di una rara malattia degenerativa e posto a capo delle Oscorp Industries, dopo la morte del padre che gli consegna uno strano aggeggio.

Nel mentre Max Dillon, un’elettricista della Oscorp salvato da Spiderman precedentemente, è costretto a fare gli straordinari il giorno del suo compleanno. Mentre sta aggiustando un impianto cade in una vasca di murene geneticamente modificate, finendo con il diventare un concentrato di energia.

Peter e Gwen stanno chiacchierando per strada quando arriva il black-out e Spiderman deve intervenire. Electro inizialmente è impaurito ma sente la rabbia emergere, quando chiede che nessuno gli spari, Spiderman lo tranquillizza ma la polizia apre comunque il fuoco Electro scarica la sua forza distruttiva sulla città, ma Spiderman riesce a fermarlo.

Harry continua a cercare una cura per la sua malattia ed è convinto di trovarla nel veleno dei ragni radioattivi, per questo vorrebbe il sangue di Spiderman che però si rifiuta di darglielo. Harry va fuori di testa e scopre cosa nasconde realmente il palazzo della Oscorp. Decide di chiedere la collaborazione quindi di usare in estremo la sua arma segreta e si trasforma in Goblin.

Peter raggiunge Gwen, le dice di amarla, ma la città ha di nuovo bisogno di Spiderman.

The Amazing Spider-Man 2 – Il potere di Electro: la recensione

Devo dire che The Amazing Spiderman 2 mi è piaciuto. Inizialmente sembra ricalcato un po’ da un comic movie con le battute e la spacconeria di Spiderman che sembra divertirsi mentre acchiappa i suoi nemici.

C’è decisamente molta azione ed è davvero molto spettacolare, soprattutto l’ultimo combattimento fra Electro e Spiderman è stato ben congegnato. Goblin invece è un’orrenda comparsa sul finale, che pure causa una terribile tragedia e fa capire che ci sarà un sequel.

Molto interessante la crisi d’identità, il tema centrale di The Amazing Spiderman 2: da un lato il ragazzo che vuole vivere la sua vita, stare con la ragazza che ama facendo cose normali e dall’altro il supereroe che da speranza alla gente, che salva e protegge la città e che vuole scoprire che cos’è davvero successo ai suoi genitori. Fra tutti i supereroi, Peter è decisamente quello che ha più problemi con la sua identità che lo porta di conseguenza a mal controllare il suo tempo (il simbolismo dell’orologio).

I villain erano un po’ scontati e prevedibili, in verità: un uomo frustrato ed incompreso che fa esplodere la sua rabbia perchè “tradito” dal suo amato supereroe e l’amico con un male incurabile che si vede “tradito” dal suo amico e decide di vendicarsi.

Comunque decisamente un epico scontro finale, triste ma epico.

A questo punto son curiosa di vedere cosa succede nel terzo, e voi?

The Amazing Spider-Man 2 – Il potere di Electro: il trailer

Lascia un commento. La tua opinione è importante!