Home / Recensioni / Film 2015 / Fantastic 4 – I Fantastici Quattro: trama, trailer e recensione
Film 2015 azione fantascienza - Fantastic 4 - I Fantastici Quattro
Fantastic 4 - I Fantastici Quattro: trama, trailer italiano e la recensione del film azione fantascienza diretto da Josh Trank e con protagonisti Miles Teller, Kate Mara, Michael B. Jordan, Jamie Bell e Toby Kebbell.

Fantastic 4 – I Fantastici Quattro: trama, trailer e recensione

Ritornano i Fantastici Quattro, terzo film per loro, stavolta alla regia c’è Josh Thank. Precisiamo che in realtà non è un sequel, ma è un reboot (ovvero ci spiegano da capo, in chiave diversa cos’è accaduto ai 4 supereroi). Perciò sì, è tutto diverso storia diversa e attori diversi. I personaggi della Marvel son gli stessi ma è tutto il resto ad esser diverso. Onestamente avevo di molto sopravvalutato questo film, avendo in mente gli altri due e forse per questo onestamente non m’è piaciuto.

Fantastic 4 – I Fantastici Quattro: la trama del film

Reed e Ben hanno ideato una macchina per il teletrasporto da esibire ad una fiera di scienza. Attirano così l’attenzione del dottor Franklin Storm che dirige la fondazione Bater. Reed e Ben vengono reclutati per coadiuvare i figli di Storm, Sue e Johnny, in un progetto: la costruzione di un portale quantico per arrivare al Pianeta Zero, un progetto ideato da Victor Von Doom.

Quando scoprono che non potranno usare loro stessi il progetto per esplorare il Pianeta Zero, decidono di usare in segreto la porta quantica. Johnny, Ben, Victor e Reed s’imbarcano e raggiungono il pianeta, ma mentre Sue riesce a riportarli indietro, Victor ha un incidente e rimane sul pianeta. Nel mentre un’esplosione di lava fa esplodere la navetta alterando Reed, Sue, Johnny e Ben a livello genetico-molecolare. In altre parole si ritrovano con capacità sovraumane: Reed è di gomma, Sue può diventare invisiile e creare campi di forza, Johnny può diventare una torcia umana e può volare, Ben invece è coperto di roccia.

Reed viene incolpato di tutto ciò è si da alla fuga. Durante la sua latitanza cerca di costruire una macchina che li riporti alla normnalità ma viene catturato da Ben, Johnny e Sue.

Portato nell’area 57 il dottor Allen gli propone uno scambio: lui aprirà di novo il portale e in cambio gli daranno quello che sta cercando. Giunti su Pianeta Zero, trovano Victor e lo riportano indietro, ma le cose son molto cambiate…

Fantastic 4 – I Fantastici Quattro: il trailer italiano

Fantastic 4 – I Fantastici Quattro: la recensione del film

Ovunque ci si giri si leggono recensioni negative, insomma questo Fantastic 4 – I Fantastici Quattro non è proprio piaciuto a nessuno? Spiacente di ripetermi, ma no non è piaciuto nemmeno a me.

Di fondo mi pareva che ci fosse qualcosa che non funzionava e poi scopro che: ci sono stati dei dissidi fra studio e regia, che la campagna promozionale è stata un flop, che il cast non se la intendeva bene, insomma chi più ne ha più ne metta.

Ecco dunque il risultato: un film teso, noioso, privo di humor e di qualsiasi interesse che soprattutto non aggiunge niente di nuovo a ciò che già sapevamo. Almeno gli altri due film erano simpatici, spettacolari, arditi, in questo invece regna la noia più totale.

Fantastic 4 – I Fantastici Quattro da l’idea di esser la preparazione del film non il film stesso, con troppe descrizioni e scene preparatorie e presentazioni e bla bla bla.

Quello che manca soprattutto è l’originalità., le idee per creare un film nuovo con contenuti nuovi, non diversi ma nuovi. E poi manca decisamente di umorismo è un film cupo, pesante, concentrato sullo spiegare come e perché, non sull’intrattenere un pubblico sempre più confuso che sbadiglia.

Decisamente questi Fantastic 4 – I Fantastici Quattro non somigliano decisamente agli eroi della Marvel fatti per il cinema e decisamente in generale non somiglia proprio ad un film di supereroi. E’ vero che i primi due furono tacciati d’esser troppo adolescenziali, ma qui si son davvero presi troppo sul serio.

Il plot è un rivisitazione dell’originale con una sceneggiatura che langue ed uno script verboso, logorroico e retorico. In mezzo ai dialoghi s’è tentato d’infilare un po’ d’azione sbrigativa e raffazzonata, i personaggi sono caratterialmente tratteggiati: la genialità di Reed, le botte di testa di Johnny, il tormento e i litigi con Ben sono solo un abbozzo. No decisamente non ci siamo, bocciato.

Il risultato è un film anonimo, per nulla somigliante alle produzioni della Marvel, tedioso e poco interessante.

Decisamente sconsigliato, specie agli amanti dei Fantastici 4 che rimarrebbero parecchio delusi.

Voi lo avete visto? Che ne pensate? Meglio i primi due o meglio il reboot?

Lascia un commento. La tua opinione è importante!