Home / Recensioni / Film 2015 / Un’occasione da Dio: trama, trailer e recensione
Film 2015 Commedia - Un'occasione da Dio
Un'occasione da Dio: trama, trailer italiano e la recensione del film commedia diretto da da Terry Jones, con protagonisti Simon Pegg e Kate Beckinsale e con la voce di Robin Williams.

Un’occasione da Dio: trama, trailer e recensione

Il film Un’occasione da Dio di Terry Jones, riporta inevitabilmente alla mente opere come Una settimana da Dio e Un’impresa da Dio, film nei quali vedevamo Jim Carrey alle prese con le sfortune peggiori che si ritrova con i poteri di Dio imprestati dal medesimo (Morgan Freeman) e poi uno Steve Carell alle prese con la costruzione di un’arca comandatagli da Dio stesso (ancora Freeman). E’ logico pensare che questo film segua il filone, invece se ne distoglie un po’ seguendo l’idea di base, ovvero l’uomo con i poteri di una divinità, ma dai risvolti più atei come vedremo.

Ultimo film di Robin Williams, che qui da voce al cane Dennis, impossibile non rattristarsi e non ridere allo stesso tempo della sua comicità.

Un’occasione da Dio: la trama del film

Un consiglio intergalattico di alieni decide che la Terra deve essere distrutta. Però decidono prima di dare un ultimatum ai terrestri: nello specifico daranno il potere di una divinità ad un terrestre, se questi farà qualcosa di buono per la Terra con questi poteri, il pianeta sarà risparmiato.

I poteri capitano in mano a Neil (Simon Pegg), un insegnante inglese con ambizioni da scrittore frustrate, che all’improvviso si trova capace di qualsiasi cosa. Il suo primo obiettivo: conquistare il cuore di Catherine (Kate Beckinsale) che vive sotto di lui. Nel mentre ha l’ottima pensata di dare la parola al suo cane Dennis, che dovrebbe aiutarlo nell’impresa. Ancora decide che sarebbe il caso di usare i suoi poteri per fare qualche miglioria alla sua vita ed al suo fisico ma non si rivelano tutte trovate geniali. Dunque ha la bella pensata di far qualcosa per agli ed anche lì fa acqua da tutte le parti

Poi ricompare l’ex di Catherine, Grant, che vuole riconquistarla, ma scoperti i poteri di Neil, rapisce lui ed il cane…

Un’occasione da Dio: il trailer italiano

Un’occasione da Dio: la recensione del film

Come dicevano con Un’occasione da Dio ci si sposta un po’ verso l’ateismo: Dio non c’è, al suo posto c’è un consiglio di alieni che paiono usciti da un cartone animato e che hanno la facoltà di distribuire i poteri di una divinità.

Plot di per sé molto semplice e molto prevedibile: uomo un po’ sfortunato improvvisamente si trova ad esser un dio e ne combina di tutte e di più, con affianco un cagnolino prolisso ed entusiasta. Questo ricalca molto Una settimana da Dio. Poi c’è il fatto che gli alieni abbiamo affidato a Neil il compito di salvare la Terra, cosa che lui non sa mentre in Un’impresa da Dio, Evan sapeva di dover costruire un’arca per salvarsi dall’inondazione.

E’ costruito su un’idea abbastanza ingenua, molto retrò anni 80/90, che però devo dire funziona. Si rispolvera una comicità che fa sorridere non sboccata e non volgare, come non se ne vedeva da un pezzo. Le gag sono a posto, un po’ prevedibili, un po’ terra e terra e infilate un po’ qua ed un po’ là senza dar troppo peso al risultato finale.

Non a caso è stato scelto Simon Pegg, un po’ nerd non proprio aitante, ma decisamente più vicino al pubblico destinato a provare una buona empatia per lui.

Un’occasione da Dio è una commedia buffa, con molte gag che però affronta anche argomenti seri: l’uomo qualunque che diviene eroe e protagonista, il rapporto uomo cane, la rivalsa dell’uomo sfortunato e naturalmente il trionfo dei buoni sentimenti, con cattivi più pazzi che paurosi.

Che sia prevedibile è da mettere in conto, in pratica si è scritto da solo starete pensando, ebbene quello che non sapete e che ci sono voluti venti anni per realizzarlo ed è basato su un racconto di H.G. Wells, nel 2010 è finalmente partita la produzione che comunque ha faticato non poco ad arrivare fino agli schermi.

Ecco dunque la risposta inglese alle produzioni americane sui comuni mortali alle prese con i poteri divini: politicamente corretto, gradevolmente simpatico, decisamente poco originale e infarcito di gaffe e buoni sentimenti.

Un’occasione da Dio è un film per tutta la famiglia decisamente. Non siate di troppe pretese e non recatevi a vederlo con chissà quali idee bislacche e ridanciane, Simon Pegg non è Jim Carrey e su questo c’è poco da fare. Andateci per lo meno per ultimo tributo al vecchio caro Robin che ci lascia con questo film.

In definitiva: gli inglesi volevano copiare gli americani? Sì. Perchè non sono riusciti vent’anni fa a far uscire Un’occasione da Dio così non sembra una scopiazzatura? Boh, forse sono stati ispirati dalle recenti produzioni americane. Vale la pensa vederlo? Direi di sì, simpatico è simpatico, senza pretese.

A voi è piaciuto?

Lascia un commento. La tua opinione è importante!