Home / Recensioni / Film 2014 / Guardiani della Galassia: trama, recensione e trailer
Guardiani della Galassia: trama, recensione e trailer
Guardiani della Galassia: trama, recensione e trailer italiano del film

Guardiani della Galassia: trama, recensione e trailer

Guardiani della Galassia: un nuovo avventuroso e fantascientifico film sfornato dalla Marvel. E’ vero, non sono patita di fumetti ma i film della Marvel non mi dispiacciono, hanno sempre un mix interessante di azione/humour/romanticismo ed eroismo che non guasta.

Diretto da James Gunn, questa nuova avventura è addirittura spaziale.

Guardiani della Galassia: la trama del film

Il film si apre con uno spezzone del 1988, in cui Peter Quill bambino parla con la madre morente e poi viene rapito dai Ravagers.

Nel 2014, il pianeta è completamente diverso e lo è anche l’universo, nuove forme di vita hanno istituito società mentre altri pianeti si sono quasi estinti. Peter Quill è diventato un ladro e si reca su Morag per rubare una misteriosa sfera “L’Orb”. Deciso a portarla al collezionista che gli ha affidato l’incarico, Quill inaspettatamente si trova di fronte molte creature interessate alla sfera, fra cui Ronan l’accusatore (uno dei villain) che manda l’assassina Gamora sulle sue tracce.

Riuscito a fuggire su un altro pianeta, Quill si trova a dover affrontare Gamora e poi Rocket Raccon (il procione parlante) e la sua pianta/guardia del corpo Groot. Il gruppetto non fa molta strada perchè viene arrestato dai Nova Corps e spedito in prigione. Qui si scoprirà che Gamora ha diversi nemici e che il gruppetto ha interessi comuni, per cui i membri decidono di unire le forze, evadere e recuperare l’orbs.

Che cos’è l’orbs? Perchè tutti lo vogliono?

Guardiani della Galassia: la recensione del film

Film d’azione e fantascienza decisamente gradevole, Guardiani della Galassia. Mi aspettavo qualcosa di giggioneggiante e ritrito, invece mi ha sorpreso per l’humour, per il retrogusto anni ottanta e la tecnologia futuristica d’effetto.

Onestamente mi aspettavo la solita dicotomia bene-male, cattivi che vogliono distruggere tutto e delinquenti ma buoni ingaggiati per salvare la baracca. Invece manco per niente, il gruppetto di Guardiani della Galassia ha ognuno i propri interessi ed è deciso a portarli avanti. Che poi diventino anche eroi era scontato.

Fra tutti i personaggi, tra l’altro molto ben delineati, mi ha colpito Groot che non fa altro che ripetere “Io sono Groot” e che per essere una pianta pasticciona ha un notevole senso dell’empatia.

Decisamente accattivante il procione Rocket con la sua personalità orgogliosa e rissosa. Sorprende il coraggio e lealtà degli altri personaggi, effettivamente si viene a creare uno strano legame fra loro che va oltre la rivalità dei propri interessi.

Diversi i temi trattati da questo film e mascherati da commedia avventurosa: la rivalità fra sorelle, i legami familiari ed il genocidio. Il tutto condito da dialoghi improbabili e scenette divertenti.

Chi vuole scommettere sul sequel de I Guardiani della galassia?

Fra l’altro aspettate a dopo i titoli di coda, perchè come sempre ci sono delle gustose scene finali da non perdere e che forse un po’ anticipano qualcosa sul prossimo episodio.

Vi è piaciuto il film Guardiani della galassia? Vorreste vedere un sequel?

Guardiani della Galassia: il trailer italiano

Lascia un commento. La tua opinione è importante!