Home / Recensioni / Film 2014 / Oculus: trama, recensione e trailer
Oculus: trama, recensione e trailer del film
Oculus: trama, recensione e trailer del film

Oculus: trama, recensione e trailer

Voi ci credete agli oggetti infestati? Certo Oculus è solo un film, ma io credo che si rifaccia ad un’altra storia, una leggenda, che ruota proprio attorno ad uno specchio. Lo studente Joseph Birch, 20 anni, e il pittore Sotiris Charalambous, 43, hanno dovuto porre in casa uno specchio antico, perchè così ha voluto il padrone di casa, e pare che da quel momento la loro vita sia stata sconvolta da fenomeni inspiegabili. Ci sarebbe anche un altro specchio infestato in casa di Mirti Plantation, USA, i visitatori della casa avrebbero affermato di avervi visto i riflessi di Sara Woodruff, che risiedeva nella casa e dei suoi figli morti avvelenati. Pare che le vicende narrate in Oculus s’ispirino a questi fatti.

Oculus: la trama del film

Undici anni dopo un fatto tragico, Tim Russell viene dimesso dall’ospedale psichiatrico e reincontra la sorella Kaylie. I due hanno molto da dirsi e di cui parlare. Kaylie porta Tim nella vecchia casa e qui lui scopre che lei ha messo su un complesso sistema di allarmi, videocamere e controlli vari ed è inoltre riuscita a mettere le mani sullo specchio. Tutto per dimostrare che Tim non ha volontariamente ucciso suo padre né che lui ha ucciso di proposito sua madre ma è stata tutta opera dello specchio malvagio, che avrebbe in passato già ucciso 45 persone.

Una tranquilla famiglia, in un flashback, come tante si trasferisce in una casa nuova, il padre Russell acquista un antico specchio da mettere nel suo studio. Dopo l’arrivo dello specchio iniziano a succedere cose strane: le piante muoiono, il cane scompare ed i genitori iniziano ad aver allucinazioni. Finchè la madre Marie non impazzisce ed il marito la reclude in camera. Anche Alan, improvvisamente sembra diverso, vede una donna con specchi al posto degli occhi, ma alterna anche momenti di lucidità.

Nel frattempo nel presente Kaylie è sempre più ossessionata dallo specchio e dal volerlo distruggere mentre Tim, dopo gli anni di ricovero, è giunto alla conclusione che lo specchio sia stata solo una scusa per razionalizzare la morte dei genitori e gli omicidi. Fra i due non c’è intesa ma continue discussioni, finchè lo specchio non inizia a manifestarsi e Tim è costretto a far riemergere i suoi ricordi d’infanzia.

Una notte la furia omicida dei genitori si scatena. Nel presente gli spiriti emergono dallo specchio e perseguitano Tim e Kaylie. Riusciranno a distruggere lo specchio o ne diverranno parte?

Oculus: la recensione del film

L’impressione a caldo su Oculus è che sia un horror un po’ scialbo, più simile ad un drammone familiare, omicidi a parte. La tensione e la paura sono frammentarie e confusionarie e ciò si deve sicuramente alla scelta di intervallare fatti passati con fatti contemporanei, che sinceramente creano un po’ di confusione, perchè in pratica vengono raccontate due storie. Interessante l’idea di dare un tono da thriller psicologico all’inizio per poi sfociare nel classico horror con sangue, gente posseduta, spiriti maligni, trabocchetti e quant’altro.

I due personaggi di Oculus, devo dire sono stati ben delineati: da un lato Tim che ha cercato un rifugio stabile e sicuro contro gli inquietanti ed inspiegabili fatti di cui è stato testimone e vittima da bambino, a tratti sembra stralunato, nega i ricordi del passato o sostiene di ricordare cose diverse e cerca una spiegazione psicologica a tutti i fatti elencati dalla sorella; dall’altra parte Kayle che desidera vendicarsi e distruggere lo specchio, non si fa spaventare da nulla, è coraggiosa, metodica ma secondo me anche parecchio ossessionata.

All’interno s’intravvede un po’ di Paranormal activity, un po’ di Boogyeman, un po’ di Amityville Horror. Comunque paura poca, forse troppo costruita, troppo conclamata e film decisamente un po’ troppo confusionario.

Una sufficienza gliela do perchè comunque Oculus non è poi così scadente come altri horror in cui la paura arriva a furia di clichè.

Oculus: il trailer italiano

Lascia un commento. La tua opinione è importante!