Home / Recensioni / Film 2014 / Ti ricordi di me?: trama, recensione e trailer
Ti ricordi di me?: trama, recensione e trailer del film
Ti ricordi di me?: trama, recensione e trailer del film

Ti ricordi di me?: trama, recensione e trailer

Ritorna con un nuovo film Edoardo Leo, che ultimamente sta davvero spopolando al cinema, specie dopo “Smetto quando voglio” un film in cui l’ho veramente apprezzato. Stavolta fa coppia con Ambra anche lei reduce da un nuovissimo film, “Maldamore”.

Ti ricordi di me?: la trama del film

In “Ti ricordi di me?” Edoardo interpreta Roberto, un uomo che lavora in un supermercato, sogna di diventare uno scrittore di favole e va in cura da una psicologa per via del suo piccolo vizio, la cleptomania. Ambra interpreta Beatrice, un’insegnante di scuola elementare, fidanzata ed in cura dalla stessa psicologa di Roberto, per i disagi che le causa essere narcolettica, specie le amnesie per cui si porta sempre dietro un librone in cui annota veramente tutto.

E’ qui che s’incontrano, davanti al portone della psicologa, Roberto rimane folgorato da lei ma Beatrice invece si vergogna di esser appena uscita dalla psicologa e fra l’altro per sbarazzarsi di lui, legge un nome a caso sul citofono spacciandoglielo per suo. Questo fatto da origine ad una gaffe per cui Roberto si reca nella palazzina cercandola, ma scopre che in realtà è morta (non lei la vera Sara). Roberto, sconcertato, torna alla vita di sempre: case editrici che lo respingono, supermarket, furti a destra e a manca ed alla coppia con cui divide un appartamento, composta da un suo amico e la sua fidanzata, in cui Roberto è costretto a fare il terzo incomodo perchè il suo amico doganiere, Francesco, non riesce a lasciarsi andare, a mostrare un minimo di romanticità e sembra avere il terrore dell’intimità.

Nuovo incontro fra Roberto e Beatrice ed è corte spietata: Roberto inizia a regalarle tutto quello che ruba e lei sistematicamente rifiuta fino all’esasperazione. Durante una seduta di gruppo, Roberto scopre che “Sara” in realtà si chiama Beatrice e che frequentano la stessa psicologa. Dopo qualche diverbio i due si trovano a fare una passeggiata insieme. Dopo di ciò Beatrice svanisce completamente e molto dopo, quando si rincontrano, Roberto apprende con stupore che Bea non ricorda niente di lui. Con pazienza lui la aiuta a rimettere insieme i ricordi e la fa innamorare di nuovo. Ma il problema di Bea è lungi dall’esser risolto e purtroppo si ripresenta in un momento tutt’altro che opportuno.

Ti ricordi di me?: la recensione del film

Sono sicura che la trama di “Ti ricordi di me?” vi ha fatto venire in mente qualcosa. Drew Barrymore ed Adam Sandler? E’ il film “50 volte il primo bacio”, ve lo ricordate? Dove lei perdeva la memoria ogni volta che si addormentava e lui tutte le volte era costretto a farla innamorare di nuovo. Diciamo che “Ti ricordi di me” si rifà molto a questo film di Peter Segal.

Una commedia tipicamente italiana, un po’ romantica un po’ furbetta, un tantino prevedibile, ma il tutto miscelato con molta delicatezza e con nonchalance. A tratti è un po’ prolissa e lenta a dir la verità, però non in modo eccessivo, a tratti graziosa e spiritosa.

La coppia Edoardo/Ambra non è male, non eccessivamente affiatata a dir la verità ma gradevole e mi son davvero piaciuti i piccoli gesti con cui lui la conquista. Devo ammettere che, stavolta, ho preferito Ambra che era davvero impeccabile nel suo ruolo, molto naturale, lui invece l’ho trovato più brillante e simpatico in “Smetto quando voglio”.

Diciamo che i tortuosi sentieri dell’amore sono ben rappresentati in questo film che però non spicca il volo, gli manca una marcia in più per staccarsi da “50 volte il primo bacio” e dalla classica commediola di poche pretese che sembra avere l’unico scopo d’intrattenere per quasi due ore chi guarda. Non è uno di quei film assolutamente da non perdere ma nemmeno da buttare via. Gli do la sufficienza. Voi l’avete visto? Che voto gli dareste?

Ti ricordi di me?: il trailer

Lascia un commento. La tua opinione è importante!