Home / Recensioni / Film 2013 / Thor – The Dark World: la recensione del film e trailer
Thor – The Dark World: la recensione del film e trailer
Thor – The Dark World: la recensione del film e trailer

Thor – The Dark World: la recensione del film e trailer

Arriva finalmente il sequel di Thor, e che successo! E’ stato primo nei box office Usa e secondo in Italia (nessuno batte per ora Sole a Catinelle) ma recentemente scalzato da Hunger Games – La ragazza di fuoco che sta mietendo molto più successo. Ritornano Locki, Thor, Jane e Odino stavolta ci sarà una vendetta da affrontare ed una grave decisione da prendere.

Malekith, capo degli Elfi oscuri, si sveglia dal suo sonno con ancora il chiodo fisso di ridurre l’universo in schiavitù, per mezzo dell’Aether, una sostanza cosmica bandita dal padre di Odino. Thor (Chris Hemsworth) impegnato nella ricostruzione del Bifrost e nel riportare la pace nei nove mondi, non sa che la pericolosa arma è giunta sulla Terra, dove si trova la sua amata mortale Jane (Natalie Portman). Thor, spinto da Odino che lo vorrebbe vedere sul trono al suo posto, cerca di dimenticarla ma viene a sapere che è entrata in contatto con l’Aether. Thor corre a salvarla e la porta su Asgard perchè la curino. Nel mentre gli Elfi oscuri si preparano all’attacco, uccido Frigga e riescono ad entrare nel palazzo. A questo punto Odino deve prendere una decisione e Thor vedendo che il nemico è troppo forte decide di fare un patto con Loki e liberarlo. Tutti questi fatti portano Thor verso una decisione, ma sarà quella giusta?

Spettacolare? E’ dir poco. Thor: The Dark World è un concentrato di azione con note di comicità e romanticismo. Un mix ideale per un sequel ben riuscito. Ok, forse all’inizio è un po’ lento, ci mette un po’ ad ingranare ma poi è una vera e propria esplosione. Sarà che è cambiato il regista? Nel film precedente diretto da Kenneth Branagh Thor era forse un po’ più sdolcinato ed un po’ meno eroe mentre Alan Taylor ci mostra un Thor molto più battagliero, ci offre maggiori effetti speciali, più azione e più spettacolo. La critica, dunque approva Alan Taylor alla regia.

La vera star di Thor? Loki (Tom Hiddleston) naturalmente (che poi sarebbe lo stesso dio imprigionato nella maschera verde di The Mask ricordate?) con i suoi trucchetti e le sue battute. Il personaggio di Malekith manca d’inventiva, non è Sauron e non è nemmeno così tanto feroce (crudele lo è abbastanza). Thor è veramente un po’ meno melenso ed un po’ più agguerrito, addirittura ribelle, ma il suo chiodo fisso è sempre Jane che ho invece trovato brava e convincente. Quindi se l’intento era di mostrare un Thor adatto a regnare e pronto a salvare il suo regno a tutti i costi, il bersaglio è stato mancato in pieno.

Credo che il regista si sia voluto attenere molto al fumetto, dando una versione di Thor cinematografica ma anche fedele alla storia così come fu concepita dalla Marvel. Il che non guasta visto che di solito dai fumetti e dai libri, sovente, i registi prendono spunto ma poi intraprendono una strada tutta loro.

Assolutamente consigliato e non scordate di attendere la fine dei titoli di coda perchè c’è una sorpresa: le scene che anticipano il prossimo Thor nonché un gran finale!

Voi siete andati a vederlo? Vi è piaciuto?

Lascia un commento. La tua opinione è importante!