Home / Recensioni / Film 2016 / Zoolander 2: trama, trailer italiano e recensione
zoolander 2 trama trailer italiano e la recensione del film commedia 2016
Zoolander 2: trama, trailer italiano e la recensione del film commedia 2016 diretto da Ben Stiller, con protagonisti Ben Stiller, Owen Wilson, Penelope Cruz, Benedict Cumberbatch, Will Ferrell.

Zoolander 2: trama, trailer italiano e recensione

Zoolander 2: Ben Stiller alla riscossa. E’ arrivato il nuovo capitolo sulla parodia della moda e dei modelli disposti a tutto pur di gonfiare ed immortalare il loro ego.

Per chi si fosse perso il primo Zoolander ecco un breve riassunto: Jacobim Mugatu, stilista famoso vuole assassinare il primo ministro malese che vuole sopprimere il lavoro minorile, l’assassinio verrà eseguito per mano di un modello e Mugatu sceglie Zoolander. Zoolander però ha deciso di tagliare i ponti con la moda a causa di un incidente e va a trovare la sua famiglia che lavora in miniera, sentendosi fuori posto tuttavia torna in passerella. Mugatu riesce a circuirlo ed a fargli il lavaggio del cervello perché uccida il ministro malese durante una sfilata ma la giornalista Matilda Jeffries si accorge che Zoolander è in pericolo. Dopo aver sventato il piano di Mugatu, si sposano.

Passiamo alla nuova trama.

Zoolander 2: la trama

La famiglia Zoolander ha fondato il Centro Derek Zoolander Per Ragazzi Che Non Sanno Leggere Bene E Che Vogliono Imparare Anche Altre Cose Buone che però crolla a causa di un’errata scelta dei materiali ed il libro scolpito gigante uccide la moglie di Zoolander. Gli viene anche portato via il figlio mentre il modello Hansel è costretto a portare una maschera per non far vedere che è rimasto sfigurato dal crollo del centro di Zoolander.

Zoolander si ritira a vita per fare l’eremita ma viene scoperto da Alexanya Atoz ad una sfilata a Roma ed all’aereoporto incontra proprio Hansel.

Nel frattempo Justin Bieber è stato ucciso e mentre moriva si è fatto un selfie con la famosa espressione Blue Steel, l’Interpool brancola nel buio e cerca di rintracciare Zoolander.

Zoolander e Hansel si trovano in una ex fabbrica di medicinali dove si tengono eventi di moda…molto moderni.

Finalmente vengono raggiunti da Valencia che chiede l’aiuto di Zoolander per decifrare il Blue Steelma lui le rivela che si tratta della sua espressione dello spot Acqua vitae. La chiave alla base dell’omicidio potrebbe proprio essere la ricerca della fonte dell’acqua della giovinezza.

All’improvviso compare Sting che rivela di essere il custode di Steva, progenitore dei modelli che viveva nell’Eden con Adamo ed Eva. Zoolander scopre che suo figlio è il discendente di Steva e che Mutangu ha un piano per rapirlo.

Ma Mutangu ha in mente tutt’altro…riuscirà Zoolander ha compiere anche stavolta la sua missione di salvataggio?

Zoolander 2: il trailer italiano del film

Zoolander 2: la recensione del film

Certo che per esser una parodia sulla moda, Zoolander 2 è parecchio no sense. Non che non sia una buona parodia, ma è davvero estrema.

Prima fra tutti la scena in cui Hans si toglie la maschera rivelando l’orrore…ok ci sono andati un po’ pesanti in questa caricatura dei modelli…ma mi viene da chiedermi saranno sul serio così ossessionati?

Punto a favore per il film: tutto ruota intorno all’ego dei modelli, alla bellezza estetica ed alla superficialità, fatto reale e conclamato.

Ben Stiller solitamente mi piace, però diciamocelo qui fa un ruolo davvero davvero stupido. Owen Wilson interpreta un personaggio di una tacca sotto come livello di stupidità, ma lo fa con maggiore concentrazione non come se gli riuscisse naturale (scusa Ben). La nota freudiana mi ha lasciata di stucco: Hans non ha mai conosciuto suo padre e non accetta di dover diventare padre…di chi non ve lo dirò mai, perché è davvero troppo assurdo. Will Ferrell spicca su tutti perché come al solito riesce a passare con la sua espressività ed il suo talento nonostante il personaggio da interpretare (quasi quasi è il migliore di tutto il film).

Ecco una buona descrizione per Zoolander 2: assurdo. Non divertente, perché onestamente non ho trovato davvero grandi gag o chissà quali battute, solo assurdo, in tutto, nelle parodie, nella ricerca della fonte della giovinezza che implica Eden, sacrifici, miti vari etc.

Demenziale sì, tantissimo. Il genere di film che ti spinge a chiederti “ma perché lo sto guardando?”. Film insipido, più stupido che comico, più demenziale che ironico. Per essere un “fenomeno di culto” è parecchio poco entusiasmante. Molti hanno detto che vale la pena guardarlo solo per l’inizio, povero Justin, che cattiveria.

Consigliato? Direi di no, non ci si perde nulla di che. Zoolander 2 è il classico film demenziale che la maggior parte evita la peste…e la restante parte che lo va a vedere? Forse ha la casa allagata, viene costretta dal partner o ha avuto i biglietti in omaggio. Non saprei.

Voi cosa ne pensate? State sperando in un Zoolander 3 o darete forfè? Io non ne sento l’esigenza e mi dispiace per Ben Stiller, sarò io che non ho capito lo spirito della parodia?

Lascia un commento. La tua opinione è importante!